Indietro
1920x580

Onde naturali senza piastra?

Si può! Ma che differenza c’è?

Lo styling dei capelli è cosa complessa! Vorremmo tutte onde naturali, lucide, oppure una piega perfetta e fluida anche se i capelli sono lisci. Spesso i capelli lisciati a piastra sono come “ingessati”, risultano innaturalmente piallati. Ebbene, bisogna conoscere in primis i propri capelli, in secondo luogo gli strumenti!

Un mezzo fantastico per chi desidera mettere in piega la chioma senza effetti costrittivi è lo styler automatico Bellissima My Pro Miracle Wave Gh19, una spazzola ad aria calda che consente una rotazione automatica delle morbide setole disposte ad elica ed al flusso dell’aria regolabile, definisce e fissa la forma di ogni singola ciocca, rispettando i capelli senza calore eccessivo. Con la spazzola lisciante pura invece  - ovvero con quella elettrica che si riscalda - potrete ottenere velocemente una piega dall’effetto liscio naturale e maggior luminosità del capello. La superficie riscaldata formato XL lavora sui capelli a una temperatura fino a 200°, disciplinandoli e riducendone l’effetto crespo. Qui lavorare bene le ciocche risulta più facile del movimento richiesto dalla spazzola tonda del parrucchiere. Potete avere qualche speranza di risultato anche a casa da sole. L’effetto crespo se ne va, l’importante è non stressare troppo i capelli. La spazzola lisciante elettrica va benissimo per chi ha capelli fini e lunghi, medio spessi ma non ricci. Oppure per chi ha il capello crespo e lo vuole più disciplinato e luminoso. Infine, c’è il liscio della piastra. 

Vi suggeriamo di mettere sempre prodotti protettivi, perché il calore della piastra se superiore a 180 gradi danneggia le cuticole. Il movimento usato per stirare i capelli, bloccandoli all'interno delle piastre e tirandoli, provoca la lacerazione delle stesse e danni permanenti al capello. Il calore può inoltre danneggiare il cuoio capelluto causando secchezza e squame. Ci sono alcuni accorgimenti che possiamo attuare per limitare i danni: prima di tutto concludere il risciacquo con un getto di acqua fredda, che va a chiudere le cuticole dei capelli, donando alla chioma ulteriore lucentezza e riducendo l’effetto crespo.

Infine, per preparare il capello alle elevate temperature della piastra, è raccomandabile fare uso di un prodotto termo-protettore: pur presentandosi in svariate tipologie, si tratta in genere di uno spray da vaporizzare sui capelli prima della stiratura per creare una sottilissima pellicola. La cuticola è lo strato più esterno ed è composta da una fitta serie di scaglie sovrapposte, come le tegole di un tetto, che proteggono gli strati più interni del capello e gli permettono di idratarsi e nutrirsi. Quando le cuticole sono aperte, i nostri capelli restano crespi. E la piastra li danneggia ancora di più.

I capelli hanno altresì dei legami che ne strutturano le catene di cheratina e che in qualche modo ne determinano le qualità. I legami coinvolti sono 3: ponti salini, legami a idrogeno e ponti di solfuro. I  ponti salini e i legami a idrogeno sono molto numerosi ma sono dei legami deboli e come tali si spezzano ogni volta che entrano in contatto con il calore. La piastra per capelli li spezza ma il processo non è irreversibile! Possiamo ovviare mantenendo il calore non altissimo e proteggendo la nostra chioma!

bellissima

Eventi

Bello, italiano, sostenibile

Stiamo parlando di lip gloss!