Indietro
1920x580

Rimedi antivirali: lo zinco

Immunomodulante e prezioso per preservare l’epitelio respiratorio

Con l’arrivo del freddo, la cosa migliore si possa fare è potenziare il proprio corpo, ovvero rendere il sistema immunitario in grado di respingere attacchi patogeni. Ma c’è di più. Taluni rimedi agiscono in modo specifico proprio contro i virus. Ad esempio, i Sali di zinco.

Chi lo dice? Ben due organizzazioni internazionali dedicate a questo prezioso minerale, ovvero Zincnet e The International Society dof Zincbiology. Gli studi condotti da queste organizzazioni ci dicono che lo zinco è un potenziatore incredibile del sistema immunitario e un inibitore virale.

La carenza di zinco è segnalata come uno dei fattori che predispongono gli individui all’attacco virale. Lo zinco può aiutare ad impedire che il virus si fonda con la cellula ospite e bloccare  il rilascio di particelle virali. Inoltre può destabilizzare l’involucro del virus, indebolendolo. In particolare, con altri micronutrienti e vitamine, ha un effetto sinergico davvero importante. Molto utile, insieme allo zinco, l’assunzione di acido ascorbico in polvere (vitamina C purissima) da disciogliere in una bottiglia d’acqua e da bere nel corso della giornata. Assumerla tutta insieme infatti ne provocherebbe l’espulsione da parte del corpo, che trattiene quella utile e smaltisce l’eccesso. Quindi, è doveroso dosarla opportunamente nel corso della giornata.

Gli integratori a base di zinco e l’acido ascorbico in polvere si trovano in farmacia e prafarmacia.

Eventi

La prima colazione ideale?

Quella che permette di acquisire energia e rafforzare il sistema immunitario