Indietro
1920x5802

La semplicità moderna dello chemisier

Super cool con sneakers, anfibi e sandalo sporty

Era il 1955 quando lo chemisier fece la sua comparsa sulla scena della moda. Un tempo molto più affine alle linee degli anni Cinquanta, oggi decisamente sportivo e lineare, questo indumento può essere la sintesi dell’eleganza purista, fatta di semplicità e linearità. Caratteristiche: colletto e bottoni da camicia, spesso una fusciacca della stessa stoffa dell’abito in vita oppure foggia fitted. Righine sottili, righe macro, tinta unita, con quel richiamo alla camicia che lo rende immediatamente riconoscibile.

C’è una serie di pezzi top targati Tommy Hilfiger che richiama a quello spirito urbano, lievemente mannish, libertario. Uno dei pezzi più belli è lo chemisier longuette bianco, con pinces sulla linea del davanti, da educanda un po’ indisciplinata. Classici, quelli a righine da camiceria, con cintura in vita, da portare con un sandalo di media altezza e una shopper. Decisamente diverso dal solito, inusuale, lo chemisier in versione romantica, smerlettato, con ajour, che Hilfiger propone con ruches sul punto spalla. Graffiante, quello  che appare come una camicia lunga e sexy in denim.

tommy hilfigher

Eventi

GrigliAmo, il robot piglia tutto

E c’è lo “zampino” di Cracco